Cristiano Gian Luigi Raffaldi nasce ad Alessandria nel 1973.

Diplomatosi presso il Liceo artistico Luigi Canina di Casale Monferrato completa gli studi a Genova che lascerà dopo la laurea in architettura per dedicare la propria attività al territorio del Monferrato.Dopo diverse esperienze in studi affermati tra Alessandria e Casale Monferrato, nel 2003 apre uno Studio in una palazzina costruita nei “moderni anni 60″, a pochi passi dalla piazza di San Salvatore Monferrato.

Da quel momento l’attività di restauro dalla dimora patrizia alla casa agricola si snoda attraverso un ampia clientela che sempre più spesso chiede di essere seguita nella realizzazione del sogno di una nuova casa già dal momento dell’acquisto.

Il servizio dello studio si completa partendo dalla selezione dell’immobile “su misura” muovendosi attraverso il difficile mercato immobiliare, fino a completare il desiderio del cliente maturando una progettazione che assomiglia ai nuovi proprietari senza confondere il genius loci con le necessità del vivere contemporaneo.

Il risultato è un servizio “chiavi in mano” , seguendo il cliente dalla valutazione del mercato fino alla scelta dei complementi di arredo e di illuminazione.

Lo stesso impegno viene dedicato al contesto storico come all’ambito più moderno e alle nuove costruzioni.

La realizzazione di un immobile nella sua completezza richiede la collaborazione di validi professionisti della falegnameria, dell’uso dei pigmenti, fabbri e tecnici che consentano di volgere a termine il compito affidato senza uscire dall’ambito dello stesso studio.

Gli stessi artigiani e collaboratori costituiscono ormai da dieci anni lo staff d’appoggio.

La passione per il paesaggio e l’approccio al contesto, come pagina fondamentale su cui scrivere il nuovo racconto dell’evoluzione architettonica, viene inculcata già in ambito universitario.

La completezza di un immobile è quando questo è in armonia con il suo paesaggio, così inizia la progettazione degli spazi esterni e dei giardini che collegano la proprietà all’orizzonte.

Nel 2009 L’ osservatorio del paesaggio astigiano riconosce il primo premio per la valorizzazione del paesaggio col progetto di restauro dell’antico complesso della Tenuta Santa Caterina in Grazzano Badoglio.

Nell’ambito della conoscenza del territorio collabora con la Provincia di Alessandria e la Regione Piemonte per la classificazione di immobili storici, per la schedatura delle parti storiche e artistiche che li compongono. Tra questi incarichi si evidenzia la relazione critica per il museo di Marengo e il Palazzo del Principe Guasco di Biso ad Alessandria e la Casa Museo Pietro Badoglio nell’astigiano.

La stesura della guida turistica della città di San Salvatore Monferrato corredata di illustrazioni è una delle applicazioni dell’estetica applicata all’arte grafica, poi etichette per prodotti alimentari ecc.

Nel 2011 scrive un saggio sull’architettura degli insediamenti di collina che verrà pubblicato nel volume “San Salvatore Monferrato – percorsi tra arte storia e cultura”.

Richiesta Informazioni